Torino F.F.: Oltre la Valle di Virginia Bellizzi (Concorso Documentari Italiani)

  • Voto


Zona di frontiera, una valle posizionata al confine fra Italia e Francia, più precisamente tra Oulx e Claviere, che ogni giorno ed ogni notte decine di migranti si trovano ad attraversare. Bambini in cerca della madre, adulti in cerca di un futuro migliore, ragazzi che inseguono un simbolo ed una meta ideale. Ma attraversare quel confine comporta rischi, venire rimandati indietro significherebbe perdere l’unica cosa a cui si aggrappano persone che hanno già perso tutto il resto, che fanno del loro abito la propria casa. Qualora ciò accadesse, si ricomincia da capo, si ritenta il viaggio, fino a che si arriva, o si muore, queste le uniche due opzioni che si leggono negli occhi dei personaggi di Oltre la valle, il documentario di Virginia Bellizzi, presentato in Concorso al TFF 2023. 

Una comunità di montagna opera per fornire sostegno al viaggio dei migranti, asilo temporaneo, qualche abito, un po’ di cibo, una consulenza burocratica, poi li guarda mentre ripartono e vanno incontro al loro destino. 

L’immagine, anzi le immagini, potentissime, di quest’opera, cercano una connessione tra gli spazi immensi, imperturbabili, immutabili, del paesaggio, e gli indecifrabili drammi interiori di ognuno dei suoi protagonisti. Le straordinarie panoramiche si fondono perfettamente con filmati d’archivio, forme astratte, luci fantasmatiche, preludi a viaggi allucinatori che si interrompono bruscamente riconnettendosi al reale dei viaggiatori, anch’essi fagocitati nel dispositivo visuale, che li mostra talvolta in bianco e nero, filtrati e trasfigurati in altre epoche ed in altri mondi.  

Il meccanismo si inceppa ogni volta che entra in gioco il commento fuori campo, nonostante alcuni passaggi presentino suggestioni sostenute da una prosa all’altezza, altre volte invece la descrizione cerca, tramite la parola, una chiave metafisica, atavica, ed ancestrale, che disturba l’immagine, invece di aumentarne la portata suggestiva. Complice una voce fuori campo impostata con un’impronta troppo affettata, il commento descrittivo risulta la parte meno riuscita di questo documentario. 

Per il resto, non possiamo che dir bene di questo lavoro, che si regge quasi più sul talento visivo della regista che sulle (pur importanti) vicende raccontate. Ad un tratto finiamo nel mezzo di una rievocazione storica di una battaglia napoleonica, la regista la filma e ce la restituisce con una sapienza tale da augurarci che nel suo futuro ci sia anche la possibilità di tornare a sperimentare con il cinema di finzione, dopo il suo esordio nel 2017 con il cortometraggio Silent. 


Oltre la valle – Regia: Virginia Bellizzi; sceneggiatura: Francesca Laura Cersosimo, Virginia Bellizzi; fotografia: Giulia Scintu; montaggio: Francesca Bracci; musica: Lorenzo Ceci; produzione: Red post production;  origine: Italia, 2023; durata: 80 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *