London F.F.: 7 DAYS

  • Voto
3.5
Roshan Sethi

 

7 Days ovvero l’amore ai tempi della pandemia. Ovvero come trovare del sano umorismo in una catastrofe globale.

Il film di debutto di Roshan Sethi – noto come sceneggiatore della serie tv The Resident (2018) tramessa anche dalla Rai – gioca con lo spettatore creando una sorta di ibrido tra documentario e lungometraggio di finzione, al fine di introdurci nell’universo dei matrimoni indiani combinati, per poi svilupparsi in una dinamica commedia romantica fuori dagli schemi convenzionali.

La pellicola si apre, infatti, con una serie di interviste posate dove coppie di origine indiana, e soprattutto madri di giovani soli, narrano, tra il candido e il satirico, i loro matrimoni combinati e le loro aspirazioni per sistemare la prole il prima possibile.

Al centro della storia troviamo due ventenni, Rita (Geraldine Viswanathan) e Ravi (Karan Soni), e il loro incontro programmato a tavolino.

Un semplice picnic nel parco si rivela denso di nervosismo e imbarazzo. Due persone agli antipodi: lei spregiudicata, sboccata e bevitrice; lui cocco di mamma, rigido, conservatore e inguaribile romantico.  Complice il Covid-19, rimarranno bloccati per una settimana a casa di lei. Basteranno 7 giorni a far innamorare Ravi e Rita?

Le premesse per il successo di questa commedia prodotta dai fratelli Duplass ci sono tutte, una chimica formidabile tra i due protagonisti (che già si dividono lo schermo nella serie televisiva Miracle Workers), un umorismo fresco, una sceneggiatura originale scritta a quattro mani da Sethi e Soni e momenti di pura umanità.

7 Days è una commedia contemporanea che mette a confronto generazioni diverse e il diverso modo di affrontare la ricerca dell’anima gemella. Un’opera che non si astiene dall’esplorare la complessità che la solitudine, forzata o auto inflitta, provoca sulla psiche e, pur mantenendo i toni leggeri del genere a cui appartiene, si addentra nella speciale e unica relazione che una convivenza forzata può causare.

Stilisticamente semplice ma efficace, 7 Days riesce a a descrivere un legame inaspettato e una amicizia che si tramuta in amore, proprio nel momento del bisogno. Senza fronzoli o troppe pretese, Sethi colpisce dritto al cuore lasciando la sala in uno stato di ardente euforia e speranza.

Un’altra scommessa vinta dai geni della commedia indipendente, Jay e Mark Duplass.


7 Days – Regia: Roshan Sethi; sceneggiatura: Karan Soni, Roshan Sethi; fotografia: Jeremy Mackie; montaggio: Stephanie Kaznocha, musica: Jonathan Camacho, Vamsi Kalakuntla, Andrew Tinker; interpreti: Karan Soni, Geraldine Viswanathan, Mark Duplass, Gita Reddy, Zenobia Shroff, Vinny Chhibber, Asif Ali;  produzione:  Mark Duplass, Jay Duplass, Mel Eslyn, Liz Cardenas; origine: USA, 2021; durata: 86′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.