Sull’isola di Bergman di Mia Hansen-Løve

Chiunque conosca un poco il cinema e in particolare quello del grande Ingmar Bergman, ricorderà che l’Isola di Fårö è stato uno dei luoghi prediletti del massimo regista del cinema…

Torino Film Festival (Fuori Concorso): Coda di Sian Heder

Esiste un bel film tedesco che porta il titolo, oltremodo poetico, di Jenseits der Stille (ovvero: Al di là del silenzio). Il lungometraggio, girato dalla regista Caroline Link nel lontano…

Torino Film Festival (Concorso): Grosse Freiheit di Sebastian Meise

Il più famoso e famigerato articolo del codice penale tedesco è stato, storicamente, il Paragrafo 175 (noto come §175 StGB) che puniva con il carcere e criminalizzava i rapporti omosessuali…

Torino Film Festival (Fuori Concorso/Surprise): Les intranquilles di Joachim Lafosse

Assistere alle quasi due ore di Les intranquilles è come fare una immersione in apnea in un acquario di piranha durante una furia autolesionista. La prima scena toglie il fiato:…

Scompartimento n. 6 di Juho Kuosmanen

Magari a molti non serve ma per poi non rompersi la testa, vorrei subito fornire una duplice informazione, credo utile, a chi andrà a vedere il film del finlandese Juho…

Torino Film Festival (Concorso): Between two Dawns di Selman Nacar

Prime inquadrature su macchinari tessili: ganci che filano, ruote che compongono il filato, ingranaggi che sbattono, bagnano, asciugano, stirano un tessuto bianco candido. Siamo in una fabbrica a gestione familiare,…

Torino Film Festival (Fuori Concorso): Trafficante di virus di Costanza Quatriglio

È una storia molto, molto italiana quella che ci racconta Costanza Quatriglio, con i toni accorati e (alcuni) stilemi del cinema civile italiano degli anni Settanta. Personalmente non la ricordavo…

La Signora delle Rose di Pierre Pinaud

Vi è la perfezione delle rose, poi quella del resto, e le prime possono essere vocabolario per il secondo. Tra petali e profumi, La Signora delle Rose in originale  Sous…

È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino

Quello della famiglia allargata e/o disfunzionale,  sembra essere, in varia maniera, un tema molto dominante di diversi film in questo momento in sala.  È una problematica declinata ovviamente in modo…

Jazz noir di Rolf van Eijk

Chiudete gli occhi ed immaginatevi al timone di un lungometraggio sul grande Chet Baker. Come aprireste le danze? Il regista olandese Rolf van Eijk deve essersi posto la stessa domanda,…